Il mostro invisibile: Fotografare è rendere visibile l’invisibile

Io fotografo i mostri. Fotografare è rendere visibile l’invisibile, conta solo questo. Il mezzo con cui si fa non conta, conta solo il risultato. L’invisibile non è visibile, appunto, ma è percepibile e questa percezione non è standard. Varia da soggetto a soggetto. Ecco perché c’è tanta bellezza nella fotografia ed ecco perché c’è anche

White Wall – Il mio nuovo libro

White Wall è il mio ultimo libro fotografico, anche se non nel senso classico del termine. Non ci sono parole, solo una breve introduzione. Solo fotografie. Si tratta di un bel prodotto: 112 pagine 20×25 cm, copertina rigida e carta lucida premium da 140gr. Le fotografie sono state scattate in giro tra Milano, Miami, Londra