Siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo

Siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo

Chi mi conosce bene già lo sa ma chi non mi conosce (tanti) non lo sanno e quindi lo riassumo.

Iniziai a fotografare incoraggiato dalla mia ragazza, Brenda, ed è grazie a lei che oggi sono seduto qui e sento l’esigenza di scrivere queste parole.

Da quasi 6 anni ormai lei è il mio punto di riferimento, il mio soggetto preferito (non mi piace la parola modella), mi aiuta in moltissimi miei lavori e – lo devo ammettere – ha un occhio fotografico incredibile.

 

Siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo

Perché questa premessa?

Inutile impelagarsi nei soliti (e infiniti) discorsi, dico solo che sono deluso dall’ambiente fotografico che, salvo rari casi, è ormai fossilizzato, prigioniero di se stesso.

Sempre più colleghi intendono la fotografia come un mezzo per costruire una collezione di fotografie di persone diverse da poter mostrare ai propri amici.

Ogni ragazza fotografata è una tacca sulla macchina fotografica.

Più ragazze si hanno nella collezione e più siamo bravi come fotografi.

Sono stanco di tutte queste cazzate!

Siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo, non neghiamolo, accettiamo questa verità e andiamo avanti.

Per me non è importante fare mille foto, tutte uguali, a persone diverse, io penso che sia più importante e difficile, per un fotografo, fotografare lo stesso soggetto raccontando tante storie diverse.

Sta li la differenza tra scattare una fotografia e fare fotografia.

Io da anni faccio questo con Brenda.

Io vedo una fotografia più emotiva, più comunicativa, che vada al di là della classica ragazzina fotografata in spiaggia al tramonto.

Una fotografia che sia capace di parlare, sdoganata dagli aforismi dei grandi fotografi del passato ma che racchiuda dentro di se tutte le storie dell’autore e del soggetto ritratto.

Siamo davvero capaci di fare questo? non lo so, io ci provo da anni e continuerò a provarci.

siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo
siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo
siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo
siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo
siamo ciò che fotografiamo e come lo fotografiamo
bravi fotografi rovinati dalla tecnologia
fumogeni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *