Diario di Viaggio: Schiedam e Kinderdijk

SCHIEDAM &  KINDERDIJK

SCHIEDAM 24/07/2015

Schiedam è il paesino in cui vi sono i 6 mulini più alti dell’Olanda che periodicamente sono in funzione per la produzione del pane;

foto23
schiedam
Originariamente i mulini erano 20 ma andarono distrutti in un incendio, questo è quanto raccontatoci da una gentile signora che stava all’interno di un mulino adibito a museo e che ci ha spiegato tutto (ingresso a pagamento, pochi euro).

Dopo aver parlato con lei siamo saliti su e dentro abbiamo visto tutti gli ingranaggi e i componenti vari che danno vita ai mulini per la lavorazione dei grani.

Il piccolo museo si trovava alcune scale prima che cominciasse la vera e propria arrampicata dentro al mulino.
Si vedeva un bel panorama da lassù, nonostante avessimo già fatto il giro dei mulini da terra è stato bello vederli tutti dall’alto.

schiedamschiedamschiedamschiedam

Dico sempre che per osservare bene ciò che ci circonda cambiare prospettiva è importante, lo consiglio vivamente.

Abbiamo trovato il piccolo centro di Schiedam dopo la visita ai mulini.
Una graziosa piazzetta con una chiesa e i tavoli dei locali al centro della piazza.

schiedam schiedam schiedam

Ci siamo seduti e abbiamo mangiato benissimo, tutta roba tipica!

Io ho ordinato una zuppa di zucca rossa e peperoni accompagnata da fette di pane, Michele ha preso una bruschettona di pane nero con Dutch Carpaccio, abbiamo anche ordinato una “Rotterdamsche Croquette” che è una grossa crocchetta fritta con una crema morbida all’interno, servita con una fetta calda di pane di segale nero. Davvero ottima!

Ovviamente io essendo la solita golosona ho preso una fetta di torta al cioccolato accompagnata con due palline di gelato alla menta e un ciuffo di panna.

Schiedam è stata una bella esperienza, abbiamo saputo di più sui mulini e le loro funzionalità e abbiamo avuto modo di gustare alcune delle pietanze tipiche, circondati da canali, anatre e un’atmosfera tipicamente olandese, cielo nuvoloso, clima fresco, gente cortese e silenziosa.

Lasciato il paesino ci siamo diretti verso Kinderdijk.

Informazioni utili:

in Olanda occorre sempre fare attenzione a dove si parcheggia se viaggiate in macchina, loro comunque sono organizzatissimi e nei paesi come nelle grandi città ci sono varie aree di sosta a pagamento in cui si può decidere quanto tempo restare e quindi il giusto ammontare del pedaggio.

KINDERDIJK 24/07/2015

Abbandonare se stessi per una rilassante passeggiata lungo la via dei mulini, questa è l’idea di base.

foto24

I mulini di Kinderdijk si trovano a 20 minuti in macchina da Delft e 30 o poco meno da Rotterdam e sono un bel tour fotografico, molto rilassante.

Questi mulini servono proprio a controllare il livello dell’acqua presente nel territorio e mantenerlo asciutto.

kinderdijk kinderdijk

La cosa carina è che la passeggiata è pensata sia per i pedoni che per i ciclisti, così la lunga linea di terra che si percorre va seguita attentamente per evitare di intralciarsi gli uni con gli altri e abbiamo notato con piacere che tutti quanti rispettavano la loro zona, d’altronde il rispetto per le piste ciclabili in Olanda è importantissimo (qui infatti il numero delle bici presenti sul territorio pare superi addirittura quello degli abitanti, dei gran salutisti!)

kinderdijk kinderdijk

Così ci si ritrova tra erba, prati e acqua, tanta acqua visto che i mulini sorgono proprio accanto ad un anello intrecciato di canali.

Da non perdere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *